Umore depresso

Ti senti giù e senza energie?

Ciò che prima ti faceva stare bene ora non ti provoca più alcun piacere?

E’ il momento di ripartire! Cerchiamo insieme la soluzione migliore.

La depressione è un disturbo dell’umore che coinvolge l’individuo nella sua totalità: riguarda infatti l’umore, i pensieri, il corpo e i comportamenti della persona. Influenza il modo in cui si mangia e la qualità del sonno, il modo in cui ci si sente e il modo di vedere il mondo.

I sintomi principali della depressione sono una condizione di profonda tristezza e/o l’incapacità di provare piacere.

Nel corso della vita capita a tutti di sentirsi tristi e in qualche momento della propria esistenza ci siamo anche sentiti in un certo senso “depressi” ma generalmente tali episodi non hanno un’intensità e una persistenza tale da giustificare una diagnosi clinica.

QUALI SONO I SINTOMI DELLA DEPRESSIONE?

  • Umore depresso: la persona si sente triste, scoraggiata, giù di corda. La presenza di umore depresso si può intuire anche dall’espressione del volto e dall’atteggiamento.
  • Diminuzione di interesse o piacere per tutte o quasi tutte le attività che prima interessavano e davano piacere: la persona si mostra meno interessata verso gli hobby e non prova più piacere a svolgere attività che prima considerava piacevole. Si può notare un certo ritiro sociale e l’abbandono di occupazioni prima considerate stimolanti. (ad esempio si abbandona uno sport).
  • Perdita di peso o aumento di peso: alcune persone si devono sforzare molto per riuscire a mangiare qualcosa, altre invece possono avere un aumento dell’appetito e mangiare di più.
  • Insonnia o ipersonnia: alcune persone che soffrono di depressione hanno problemi ad addormentarsi e a mantenere il sonno; altre dormono più di dieci ore eppure continuano a sentirsi esauste.
  • Agitazione o rallentamento psicomotorio: in caso di agitazione ci possono essere difficoltà a stare seduti, passeggiare avanti e indietro, agitare e torcersi le mani; il rallentamento si nota nell’eloquio, nei movimenti del corpo, nei pensieri.
  • Faticabilità o mancanza di energia: la persona depressa può riferire di essere stanco in mancanza di attività fisica, anche i compiti più semplici sembrano richiedere uno sforzo considerevole.
  • Sentimenti di autosvalutazione o eccessivo senso di colpa: ci può essere la tendenza a valutarsi negativamente oppure ad avere preoccupazioni di colpa.
  • Difficoltà a concentrarsi o a prendere decisioni: alcune persone appaiono facilmente distraibili e possono lamentare difficoltà di memoria, maggiore indecisione e ridotta capacità di pensare.
  • Pensieri ricorrenti di morte e di suicidio: nelle persone depresse sono frequenti.

QUALI SONO I PRINCIPALI DISTURBI DEPRESSIVI:

il Disturbo Depressivo Maggiore, caratterizzato dalla presenza di cinque o più sintomi depressivi per almeno due settimane, tra cui necessariamente l’umore triste o la perdita di piacere;

il Disturbo Depressivo Persistente (distimia) in cui l’umore depresso è presente quasi tutti i giorni per almeno due anni, o almeno uno nei bambini e negli adolescenti;

il Disturbo Disforico Premestruale, con la presenza di sintomi depressivi nella settimana precedente le mestruazioni.

Quando una persona sviluppa un disturbo depressivo, la sua mente può riempirsi di rimproveri e recriminazioni rivolte verso se stessi. Si sperimenta angoscia persistente e perdita di interesse verso le attività della vita quotidiana con conseguenze negative anche sulle relazioni interpersonali.

La persona depressa tende a vedere le cose in una luce negativa e il domani incerto e pieno di avversità.

GUARIRE DALLA DEPRESSIONE

La depressione è uno dei disturbi mentali più diffusi, non è una situazione transitoria in cui ci si sente tristi ma è una condizione che non va sottovalutata e che merita un trattamento adeguato. Esistono diverse forme di trattamento psicologico che si sono dimostrate efficaci nell’alleviare i sintomi. La scelta del trattamento adeguato si basa sulla valutazione di ogni singolo caso. E’ importante infatti valutare il funzionamento della depressione per capire come intervenire e scegliere l’intervento più efficace.

La Terapia Cognitivo Comportamentale si è dimostrata efficace nel curare il disturbo e mira ad identificare e a modificare i pensieri e le convinzioni negative che la persona ha su di sé, sul mondo e sul futuro. Psicologo e paziente collaborano attivamente per comprendere il funzionamento del disturbo e sviluppare le strategie migliori per fronteggiare il disagio provocato dalla depressione. Nei casi particolarmente gravi è possibile prevedere anche un trattamento farmacologico associato.

Il tuo umore è troppo basso e questo sta condizionando la tua vita?

E’ il momento di affrontare il problema!

Contattami telefonicamente al numero 340 9136977 oppure compila il form sotto cercheremo insieme il modo migliore per affrontare la situazione.

Torna su