Io penso positivo! Da Jovanotti alla Psicologia Positiva.

Alcune parti del testo della canzone.

Io penso positivo perché son vivo

…niente e nessuno al mondo potrà fermare quest’onda che viene e che va

Io penso positivo ma non vuol dire che non ci vedo

…io penso positivo in quanto credo

Io credo soltanto che tra il bene e il male è più forte il bene

Uscire dal metro quadro dove ogni cosa sembra dovuta

…guardare dentro alle cose…c’è una realtà sconosciuta

…che chiede soltanto un modo per venir fuori e vedere le stelle

…e vivere le esperienze sulla mia pelle

Le funzioni positive della mente

Nel testo della canzone di Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti sono riportati alcuni aspetti caratteristici della Psicologia Positiva, una prospettiva psicologica che si è sviluppata molto negli ultimi anni e che si caratterizza come lo studio dei processi che contribuiscono al benessere e al funzionamento ottimale delle persone.

Il merito principale della Psicologia Positiva è quello di aver fornito contributi innovativi a livello teorico e pratico che hanno contribuito al tentativo di un capovolgimento di prospettiva in cui le potenzialità e le risorse dell’individuo prevalgono sull’analisi delle carenze e dei deficit.

La Psicologia Positiva.

Secondo tale approccio non è utile focalizzarsi solo ed esclusivamente sulle difficoltà e le sugli aspetti patologici dei disturbi clinici ma occorre porre maggiore attenzione anche a quelle che sono le doti e le qualità positive della persona, con l’obiettivo di coltivare sentimenti, comportamenti e cognizioni utili ad incrementare il benessere e a scaturire un atteggiamento positivo e propositivo delle persone nei confronti degli eventi e delle circostanze della vita.

Gli argomenti trattati dalla psicologia positiva sono tutt’altro che nuovi ed è bene sottolineare che in essi in essi non c’è la volontà di negare gli aspetti negativi e disfunzionali che coinvolgono le persone. Tuttavia si ritiene opportuno affiancare alle tradizionali visioni di cura e malattia, prospettive più orientate alla prevenzione e all’educazione, proponendo applicazioni che pongono alla radice una grande fiducia in quelli che sono i mezzi che ogni persona già possiede e che può incrementare.

Oltre Jovanotti e la Psicologia Positiva. Ecco tre esempi di aspetti psicologici “positivi” che è molto utile conoscere.

Oltre all’artista e ai teorici della Psicologia Positiva ci sono decine di teorie, scrittori, filosofi e psicologi che nel corso della storia hanno fornito il proprio contributo teorizzando e approfondendo concetti psicologici che si possono definire “positivi”.

Un buon esempio di funzione psicologica positiva può essere l’autoefficacia. Per Bandura e la sua teoria della self-efficacy l’autoefficacia è determinata dalle “credenze delle persone nelle proprie capacità di produrre gli effetti desiderati attraverso le proprie azioni”. Un alto livello di self-efficacy è collegato positivamente con la soddisfazione e la performance nelle azioni. E’ un concetto molto importante in quanto si collega anche alla capacità dell’individuo di modificare i comportamenti che aumentano i fattori di rischio per la salute.

Anche il Locus of control (luogo di controllo) interno è una funzione positiva della mente. Si riferisce alle credenze di una persona circa il controllo degli eventi della propria vita. Il Locus of control è interno quando nella vita si affrontano le sfide ritenendo di avere effettivamente il controllo sul risultato. Il locus of control è esterno quando si crede di non riuscire ad incidere efficacemente sulle situazioni. Questo chiaramente influenza il modo in cui si reagisce in quanto sostiene la motivazione ad attivarsi e ad agire rispetto alle problematiche che si affrontano. Infatti credere di avere le chiavi del proprio “destino” porta più probabilmente ad incidere attivamente nelle situazioni.

Un altro buon esempio è il concetto di Ottimismo, inteso come la tendenza che il soggetto ha di aspettarsi che gli eventi e le situazioni della propria vita siano positive. Le persone ottimiste hanno maggior fiducia in quello che fanno e più capacità di raggiungere gli obiettivi che si sono prefissati. L’ottimismo è un eccellente promotore di emozioni positive e nel lungo periodo tende a rafforzare le risorse personali. “Penso Positivo”, il titolo della canzone di Jovanotti richiama sicuramente all’ottimismo.

Per ricevere ulteriori informazioni o per un appuntamento mi puoi contattare al numero 3409136977 oppure tramite mail rubino.luca@hotmail.com

Photo by Anthony DELANOIX on Unsplash

Please follow and like us:
Io penso positivo! Da Jovanotti alla Psicologia Positiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su